Bias della confidenza

I bias della confidenza sono una famiglia che raggruppa i bias autoprotettivi: per conservare la propria opinione positiva di sé, un individuo mette in atto una serie di comportamenti e strategie di pensiero. Alcuni di questi bias funzionano in senso avverso, ovvero spingono l’individuo ad avere un’opinione negativa di sé; tali bias sono rintracciabili nella letteratura clinica con riferimento a sindromi ansiose e depressive.

Impotenza appresa

A seguito di ripetuti insuccessi, ci si convince di non avere alcun potere sul proprio destino né responsabilità verso gli eventuali successi o insuccessi.

Illusione di Controllo

Sovrastimiamo la nostra capacità di agire in situazioni che non sono sotto il nostro controllo.

Bias della positività

Le persone, soprattutto quelle con alta autostima, tendono a considerare i propri aspetti positivi come più veritieri e importanti.

Bias dell'ottimismo

Bias osservato in giovani pazienti che tendono a sovrastimare il loro stato di salute e a pensare di non avere bisogno di farmaci o devices; in generale, è il pensare che la propria situazione sia migliore di quanto non è in realtà.

Effetto della Terza Persona

Pensiamo che i messaggi dei mass media (specialmente se di natura persuasiva) abbiano un impatto maggiore sugli altri rispetto che su noi stessi.

Realismo Naif

Pensiamo che la percezione della realtà sia esattamente veritiera così com'è, senza alcuna distorsione.

Bias della credenza

Nel momento in cui prendiamo una decisione ci basiamo eccessivamente sulle nostre convinzioni.

Bias dell'egocentrismo

Ci basiamo eccessivamente sulla nostra opinione personale e teniamo difficilmente in conto i punti di vista altrui.

Effetto del Falso Consenso

Pensiamo che le nostre idee riscuotano più consesno e siano più condivisibili di quanto in realtà non siano.

Bias dell'Eccesso di Fiducia

Tendiamo a sovrastimare le nostre capacità e a godere di un'eccessiva fiducia nei nostri confronti e nelle nostre abilità.

Bias dell'impatto emotivo

Pensiamo che un'emozione che proveremo in futuro avrà una durata più lunga e un'intensità maggiore.

Effetto Spotlight

Tendiamo a immaginarci al centro dell'attenzione più di quanto in realtà non siamo.

Bias della Falsa Unicità

La tendenza a pensare che le nostre caratteristiche siano uniche, quando in realtà sono più comuni di quanto pensiamo.

Bias del Pavone

Tendiamo a condividere, online od offline, soprattutto aspetti positivi della nostra vita quotidiana, tralasciando quelli negativi o che ci metterebbero in cattiva luce.

Bias del Mandato

La tendenza a preferire l'azione piuttosto che l'inazione a prescindere dalla sua utilità.

Bias del Confronto Sociale

Tendiamo a essere competitivi e provare emozioni negative verso chi sentiamo più dotato di noi in qualche ambito.

Effetto delle Credenziali Morali

Crediamo di avere una sorta di giustificazione a comportarci male in un'occasione in virtù delle volte in cui abbiamo avuto un comportamento corretto.